martedì 5 aprile 2016

LE IMPERFEZIONI di Valerio Varesi

Anno 2007
Edizione: Frassinelli

La vita tranquilla del cronista Fernando Savana viene scossa da un'avvenimento apparentemente di poca importanza ma che metterà  in crisi ogni sua certezza, portandolo a prendere coscienza della propria parte più  morale e indifesa.
Una mattina, infatti, si ritrova vittima di un borseggio e, pur avendo la certezza di chi sia il ladro, non riuscirà  a farsi giustizia.

Con questo forte senso di frustrazione torna in redazione e si vede affidare il caso di omicidio di Ermete Morelli, un ricco imprenditore che da principio sembra essersi tolto la vita per la vergogna di un'ingente perdita alle scommesse.


Ma quello che il giornale decide di pubblicare é  ben lontano dalla verità  è quando Savana scopre che anche il Morelli era stato vittima di un borseggio sente che questa coincidenza non è  l'unica cosa a legarlo al suicida.

Mentre la sua carriera al giornale sprofonda come conseguenza della sua scarsa aggressività,  a favore di giovani cronisti senza scrupoli, Savani inizia un'indagine privata alla scoperta della verità sulla morte di questo uomo nel quale si era addentrato per naturale attrazione.

Un romanzo fortemente introspettivo, una denuncia sulla gretteza dei tempi moderni, dove a vincere non é  solo il più  forte, ma il più  spregiudicato, colui che é  capace di andare oltre la morale, oltre la legge e la correttezza, a totale sudditanza delle spietate leggi del mercato. 

L' antieroe di questo romanzo incarna la consapevolezza che il mondo va avanti così ed è  pericoloso scontrarsi con esso cercando di cambiare le cose. Eppure é  sano proprio identificarsi in lui, nonostante la soluzione finale non possa essere che l'allontanamento o la resa.


"Non ci poteva essere competizione con chi possedeva quello sguardo. Le uniche vie d'uscita erano la resa o la fuga. Morelli le aveva praticate entrambe, prima l'una e poi l'altra  in modo definitivo."


Un Cuore nel Sole