lunedì 20 ottobre 2014

VERONIKA DECIDE DI MORIRE di Paulo Coehlo

edito Bompiani
anno 1999


"Il vero IO è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te."
Chi decide cosa è normale e cosa è pazzia? La società.
Quando più persone ritengono corretta e opportuna un'idea ecco che questa diventa la normalità. E chi non ci si conforma viene considerato "pazzo".
Questo libro parla di Veronika, una ragazza slovena di 24 anni che decide di morire ingerendo una dose fortissima di tranquillanti. Ma viene salvata per caso e si trova ricoverata in un ospedale psichiatrico dove scopre un mondo nuovo.
Un mondo fatto di persone straordinarie, considerate folli, e scopre attraverso la paura della morte, un nuovo attaccamento alla vita.
E' un libro forte, un pugno nello stomaco che ci mette di fronte a situazioni paradossali che spingono alla riflessione, alla scoperta dell'amore per la vita e alla ricerca della serenità in ogni condizione.
Una delle frasi più belle è questa: Mantenetevi folli, e comportatevi da persone normali.
Vi ho incuriosito abbastanza? Bene allora correte a leggerlo.
E per chi lo ha già letto. Dateci la vostra opinione.


Un Cuore nel Sole