sabato 11 luglio 2015

UNA BAMBINA SBAGLIATA di Cynthia Collu

editore: Mondadori
anno: 2009

Dopo avervi presentato il secondo libro pubblicato dalla Mondadori di Cynthia Collu Sono io che l'ho voluto, torno indietro di qualche anno e Vi racconto qualcosa del suo primo libro, pubblicato sempre da Mondadori nel 2009.
Quando ho letto questo libro mi sono subito ritrovata in molte delle situazioni narrate dalla scrittrice; la periferia di cui racconta è lontana pochi chilometri da me; la sua infanzia assomiglia molto alla mia. Non è stato per nulla difficile immedesimarmi in lei.

E' più avanti che ho dovuto fare uno sforzo per abituarmi alla sua narrazione, cruda e travolgente. Perché Thea, è una bambina con una famiglia particolare: un padre alcolista e una madre distratta e anaffettiva. Questo sconvolgerà la sua intera esistenza e la porterà a sentirsi "una bambina sbagliata". Ma la sua forza di carattere prevarrà e Thea andrà presto via di casa per aggredire la vita, non arrendersi e superare tutto, buttandosi in mille esperienze: teatro, politica..
Solo davanti al capezzale del padre Thea raccoglie i ricordi e tira le fila di una vita. Tutte le umiliazioni e le difficoltà sono affrontate con una forte presa di coscienza e un forte senso del perdono. E' andata così, ha lottato per superarlo e ora lei e i fratelli si ritrovano intorno a lui, nonostante tutto.
Per tutto il libro si è pervasi da questo forte senso di empatia con Thea. L'amore per il fratellino Giulio-che-sa-di-biscotto, che sarà per lei un meraviglioso regalo della vita, e l'affetto per i nonni materni in Sardegna sono le parti dolci del libro; quelle che bilanciano la parte dura che Cynthia ci racconta con disincanto, onestà e senza edulcorare nulla.

Consiglio vivamente la lettura di questo libro perché mi ha lasciato un buon ricordo e mi ha spinto all'acquisto della seconda opera di Cynthia. E Vi dirò che aspetto con trepidazione il terzo.

Un Cuore nel Sole