martedì 16 settembre 2014

Pre-scuola nel bunker e la maestra di religione.

Oggi si comincia con il pre-scuola, alle 7.50 stiamo già varcando il cancello.
Mica in classe però, ci fanno scendere nelle "segrete" della scuola, in un'aula al piano interrato, che una sala più brutta io non l'ho mai vista: pareti grigie, nessuna decorazione e una lunga tenda bianca che copre la parete di ingresso e i banchi divisi in tre gruppi da tre.
Per fortuna c'è l'assistente Loredana ad accoglierci, una bella biondina dal viso simpatico e dal largo sorriso.

Lo lascio a malincuore perché il capriccio è dietro l'angolo. Per fortuna anche al suo compagno di banco e alla nostra vicina di casa tocca la stessa sorte del pre-scuola, si mettono seduti vicini e si fanno forza. 
Col tempo quella saletta adesso spoglia verrà decorata dai loro meravigliosi disegni, la sentiranno più loro e ci andranno più volentieri. Il groppo alla gola scende.

Saluto Loredana che mi rincuora: "Vedrai in mezzo ai bambini starà benone!" e scappo via mentre il mio cucciolo comincia a colorare la sua foglia dell'amicizia; stanno preparando un grande albero per festeggiare l'inizio della scuola.

Il tempo in ufficio corre in fretta, ho voglia di vedere il mio bambino e farmi raccontare se i compiti del giorno prima li abbiamo fatti bene. Ma appena arrivo da lui esordisce: "Mamma oggi ho conosciuto la maestra di religione, sai com'è bella!! E' bionda con gli occhi azzurri." 
Hai capito il mio cucciolo, ha avuto una giornata interessante, adesso sono curiosa anch'io di conoscerla questa insegnante di religione che ha rapito il cuore del mio bambino..

Un Cuore nel Sole